Il minestrone a primavera

Dead Meadow - The Nothing They Need [Xemu]: con un'industria musicale che gira a ritmi asfissianti, è facile dimenticarsi di qualcuno se non si fa sentire per cinque lunghissimi anni. E io, devo ammetterlo, mi ero dimenticato che esistessero i Dead Meadow. Tuttavia, quando arrivano così, all'improvviso e da lontano, le cose hanno un altro … Leggi tutto Il minestrone a primavera

Annunci

Piatto pesante #2

Chelsea Wolfe - Hiss Spun (Sargent House): doom e sludge non sono mai stati così vicini alle intenzioni e alle produzioni di nostra signora Chelsea Wolfe. La pesantezza (in ogni sua declinazione) è sempre stata la sua cifra, ma qui i riff e le atmosfere si impongono come macigni. Il filtro, che comunque è ben … Leggi tutto Piatto pesante #2

La collezione primavera-estate di Loud Notes – seconda parte

E con questa chiudo la serie di note (chiamarle recensioni mi pare eccessivo) sugli ascolti della lunga stagione calda, quella stagione che quest'anno ci ha rifilato - o mio dio - un bel po' di caldo mediterraneo e - (spazio da completare a piacere) - lo spettacolo indecente di un'europa (europa in questo caso vuole … Leggi tutto La collezione primavera-estate di Loud Notes – seconda parte

La collezione primavera-estate di Loud Notes – prima parte

Inizio a sporcare le pagine del nuovo Loud Notes con i dischi (recentissimi, recenti, o tremendamente vecchi) che hanno allietato e/o afflitto questi lunghi mesi di lavoro editoriale. AA.VV. - The Best of Studio One (Heartbeat, 2006): ho ascoltato un casino di reggae quest'estate (un po' come tutte le estati), e questo è stato uno … Leggi tutto La collezione primavera-estate di Loud Notes – prima parte